Candlestick

E’ Munehisa Homma a inventare, in Giappone nel XVIII secolo, un sistema per controllare l’andamento del prezzo del riso nel suo Paese.

Il prototipo ideato dal giapponese diventerà poi il sistema grafico a candele giapponesi, o Candlestick Patterns, che si conosce e usa oggi.

Si tratta di figure grafiche, che derivano il loro nome da quello di alcuni termini di battaglia giapponesi.

Questo tipo di grafico inizia a essere usato nell’economia europea nel 1989 grazie a Steve Nison che ne regolamenta l’utilizzo e lo rende il sistema più utilizzato in economia.

E’ un sistema piuttosto versatile poiché può essere associato all’analisi tecnica e a Indicatori e Oscillatori.

Come funzionano il Candlestick?

Ogni Candlestick si crea dalla somma di quattro valori che rappresentano ognuno :

  • il prezzo minimo/massimo;
  • il costi di apertura/chiusura di una sessione di borsa.

Grazie ad un solo “simbolo” si può percepire il tipo di movimento che un asset ha fatto durante l’intervallo rappresentato dalla candela.

Oltre alle informazioni fornite da altri tipi di grafici, le Candlestick mostrano nell’immediato la relazione tra il primo e l’ultimo prezzo scambiato e se la contrattazione si è chiusa ad un prezzo maggiore (candela bianca) o minore (candela nera) rispetto a quello iniziale.

Caratteristiche Candlestick

Il Candlestick oltre a essere un metodo per rappresentare in maniera sintetica l’andamento del prezzo di un certo asset in un dato momento, si tratta anche di una serie di “figure” che si possono formare con una o più candele.

I tipi di “pattern” sono due:

  • reversal o di inversione;
  • continuation o di continuazione.

All’interno di ognuno esistono tutta una serie di figure.

Altre guide e consigli sul trading binario

Indice ROA: come sfruttarlo nel trading online? Per poter scegliere il titolo sul quale investire, è spesso necessario fare ricorso all’analisi fondamentale, nella quale una posizione importante è rivestita dagli indicatori di redditività. All’interno di questa categoria, un ruolo di spicco spetta al ROA, acronimo di Return on Assets, il quale può contribuire a fornire un’idea sulla convenien...
Quotazione petrolio in tempo reale La Quotazione del petrolio è il parametro da cui partono tutte le altre quotazioni. Infatti il rialzo o il ribasso del suo prezzo genera una serie di reazioni a catena in tutto il mercato mondiale. Il petrolio funge da motore del mondo ed è la materia prima che genera discussioni e interesse tra gli investitori. I mercati principali che si oc...
Indicatore MACD Il MACD, acronimo di Moving Average Convergence-Divergence, è uno dei principali indicatori per l’analisi tecnica. Viene impiegato per capire se l'andamento di riferimento sia in rialzo o in ribasso. L’indicatore MACD: come funziona Uno degli indicatori più utilizzati dai traders è il MACD che, va ad indicare la relazione che si crea tra due medi...
MetaTrader 4: la piattaforma per realizzare i grafici Quando si decide di negoziare in opzioni binarie e forex, la creazione di grafici è fondamentale. Ma perché i grafici sono così importanti? Senza questo strumento, il trader dovrà scegliere la direzione del prezzo. Diversi broker danno la possibilità di vedere anche le informazioni grafiche, che tuttavia non sono sufficienti per capire come o...
Quotazione Oro in tempo reale Il prezzo dell’oro è il prezzo presente sul mercato, a cui si fa riferimento quando compriamo o scambiamo al banco dei metalli. La quotazione dell’oro è rappresentata dal Fixing, ossia la quotazione fissata sui mercati OTC e che influenza le decisioni dei trader, come avviene con il petrolio. Con il termine Fixing si intende l'atto di fissare...
Bande di Bollinger Perché i grafici sono importanti nel trading binario? Nel momento in cui ci si approccia al mondo del trading online è importante avvalersi di alcuni indicatori, generati automaticamente dalla funzione di creazione di grafici offerto dai broker di opzioni binarie. Di conseguenza è importante registrarsi solo con broker di opzioni binarie che fo...