I broker binari sono market maker: cosa vuol dire?

Market maker o Ecn? Delle due l’una

I broker delle opzioni binarie afferiscono tutti alla categoria dei market maker. È un termine all’apparenza ambiguo ma che rivela la natura dell’intermediazione. I broker binari sono market maker, questa è una verità. Ma cosa vuol dire esattamente? Quali sono le conseguenze per i trader? Anche perché le dinamiche sono precise e non fraintendibili, non per forza positive.

Esistono due categorie di broker, a prescindere dal tipo di trading: Ecn e market maker. La prima sigla vuol dire Electronic Communication Network. Il loro ruolo è semplicemente quello di intermediare, di fornire un’interfaccia tra il trader e il mercato.

Quando l’investitore apre una posizione, il broker Ecn cerca una posizione uguale e contraria, in modo che la prima possa essere portata a termine. Il broker market maker, invece, fa molto di più. Crea egli stesso la posizione “di supporto”.

I broker binari sono market maker: commissioni e spread

Vi sono differenze anche dal punto di vista del modello economico. Le due categorie, infatti, guadagnano in modi diversi. I market maker non impongono commissioni. Questo potrebbe essere visto come un qualcosa di positivo, ma si tratta in verità di un elemento “neutro”, che non reca benefici o svantaggio rispetto al modello alternativo.

Anche perché, recuperano attraverso l’applicazione degli spread, calcolati in punti base. Gli ECN, invece, guadagnano attraverso le commissioni. L’apertura di una posizione, in estrema sintesi, costa qualcosa.

Infine, va segnalata una differenza in termini di accessibilità. Non economica, ma di utilizzo. Gli ECN sono molto più difficili da gestire, proprio a causa del modello di intermediazione, che è piuttosto scarno. I market maker sono creati intenzionalmente allo scopo di consentire alle persone comuni di accedere al trading.

Broker market maker: un ruolo scomodo

Questa spiegazione rappresenta la base per capire perché i broker binari sono market maker. Semplicemente, non potrebbero strutturalmente fungere da ECN. Nel trading binario, infatti, non esiste la necessità di trovare una posizione contraria. Non c’è infatti lo scambio di titoli, bensì si apre una posizione che punta alla verifica di un dato evento. Insomma, è come giocare contro il banco.

Qui si giunge alla “triste verità”. I market maker, e quindi i broker delle opzioni binarie, remano per definizione contro il cliente. Guadagnano solo se perde. Gli ECN, “lucrando” sulle commissioni, non sono vincolati a questo tipo di orientamento.

Questo, ovviamente, non impedisce ai broker di comportarsi in modo onesto, non ambiguo. Semplicemente, come capita sempre e in tutte le attività economiche, vi è una incompatibilità di interessi, pur in un contesto di collaborazione (forzata).

Altre guide e consigli sul trading binario

Broker Bdswiss Opzioni Binarie: opinioni e recensioni Vediamo quali sono i pareri che riguardano il Broker Bdswiss Opzioni Binarie e se questo merita di essere sfruttato oppure no per poter ottenere un profitto che risulta essere abbastanza buono e che soddisferà in maniera unica coloro che andranno ad adoperare il portale. Broker Bdswiss Opzioni Binarie: l'aspetto del portale Come prima cosa occorr...
PLUS500 Plus500 è uno dei broker italiani più usati. Permette di fare trading con i CFD , ossia i contratti per differenza su una vasta gamma di asset quali: azioni indici materie prime forex bitcoin E' una delle piattaforme più usate poiché ha gli spread più convenienti del mercato. E' autorizzato e regolamentato dalla Financial Con...
Avatrade: broker dinamico adatto a neofiti ed esperti Cosa offre ava trade: tutti i servizi Fondata nel 2006 Avatrade offre ai suoi iscritti una vasta gamma di servizi. Ideale sia per i trader esperti che per i neofiti Avatrade mette a disposizione strumenti professionali, in grado di soddisfare le esigenze dei professionisti, ma anche ottimi corsi per imparare ad operare nel trading online. Il broker...
Broker con investimento da un euro: convengono veramente? Broker opzioni binarie: la questione del trade minimo Broker con investimento da un euro: cosa sono e come funzionano. Sono molti i criteri che vengono utilizzati per scegliere i broker delle opzioni binarie. Tra questi spicca il trade minimo, che è l’investimento più basso sufficiente ad aprire una posizione. Da questo punto di vista, come molti ...
Trading online: efficacia delle tecniche di investimento e autopzioni binarie Tecnicamente, con il termine di trading online si intende la compravendita di strumenti finanziari tramite l'utilizzo della rete internet. Si cerca di far fruttare i propri risparmi utilizzando obbligazioni, azioni, features e titoli di stato. Ovviamente il fine ultimo è quello di comprare ciascuno dei suddetti parametri al prezzo più basso possibi...
Trading con Fineco: come funziona e cosa offre Fare trading online, se si hanno alle spalle solide nozioni tecniche, significa guadagnare cifre anche interessanti. Chi vuole un punto di riferimento di qualità al proposito può scegliere di fare trading con Fineco, una delle prime banche che hanno permesso agli utenti di accedere a questo tipo di servizio. Trading Fineco: cosa si può fare Finec...