Perché i broker chiedono i documenti e quali servono

Broker e documenti: una richiesta obbligatoria

Perché i broker chiedono i documenti e quali vanno presentati? Una delle accuse che i detrattori delle opzioni binarie, e più in generale del trading online, avanzano riguarda la presunta disonestà dei broker. Nelle narrazioni più pessimiste i broker sono visti come delle società ambigue, il cui scopo è appropriarsi del capitale altrui. È vero, le mele marce esistono ma possono essere facilmente evitate.

Di contro, i broker seri, gli unici che meritano di operare, sono soggetti a misure di sicurezza imponenti. In alcuni casi tali misure causano dei fastidi ai trader, ma è inevitabile: a stabilirle sono le normative e pertanto vanno rispettate.

Perché i broker chiedono i documenti: cos’è richiesto

Tra i fastidi spicca la spedizione della documentazione e, nello specifico, della carta d’identità. Per chi non possiede uno scanner può essere fastidioso dover provvedere a digitalizzare il proprio documento e spedirlo a chi di dovere. Eppure non è una richiesta da sottovalutare. In primo luogo, perché è obbligatoria. Secondariamente, perché non rispettare tale obbligo reca svantaggia quasi esclusivamente a carico del trader.

Gli enti regolatori, infatti, si pongono come scopo principale proprio quello di vigilare sulla correttezza dei broker e consentire ai trader di operare in tutta sicurezza. In questo caso, la prevenzione dalla truffe gioca un ruolo importante. Il primo passo, appunto, è esattamente il riconoscimento dell’identità e la rimozione dell’anonimato.

Da qui la necessità di procedere con la spedizione della documentazione circa la propria persona. Si tratta, dunque, di una misura a protezione degli utenti, per quanto fastidiosa possa essere giudicata.

Broker opzioni binarie: quando spedire i documenti

Perché i broker chiedono i documenti: l’operatività. Questi sono i motivi generici, o se vogliamo, astratti per i quali è necessario procedere con la regolare spedizione della documentazione. Esistono, tuttavia, anche motivazioni più pratiche, che riguardano da vicino il trader e la conduzione delle operazioni.

La verità è che se un trader non ha svolto i suoi oneri amministrativi, prelevare il denaro diventa molto difficile. Le necessità di sicurezza si trasformano in un ostacolo propedeutico alla riscossione dei profitti.

Per questa ragione, è bene procedere con l’inoltro entro il primo prelievo. Per stare tranquilli, e non dover affrontare spiacevoli ritardi – e le conseguenti frustrazioni – è bene svolgere questo obbligo qualche mese prima. Anche perché i broker si riservono del tempo prima di archiviare la documentazione.

È possibile infatti iniziare a tradare da subito. Per depositare e iniziare a investire non è necessario inviare alcuna documentazione. Se la si ritarda, tuttavia, ci si ritrova nella spiacevole situazione di aver messo da parte un guadagno, magari sostanzioso, ma di non poter ritirare i propri soldi.

Altre guide e consigli sul trading binario

Sono sicuri i broker di opzioni binarie? Quale scegliere e perché Broker di opzioni binarie: la questione delle mele marce Una delle accuse rivolte più di frequente al trading binario riguarda l’affidabilità dei broker. Secondo parte dell’immaginario collettivo, i broker sarebbero delle società truffatrici, il cui unico scopo sarebbe lucrare sull’ingenuità dei trader inesperti. La questione è molto più complessa...
Broker con deposito basso: la questione del deposito minimo Deposito minimo: cos’è Conviene scegliere un broker con deposito basso? Il deposito minimo è la cifra che il trader deve versare per poter creare un account presso un broker e iniziare a tradare. E’ il capitale di riserva, dal quale l’investitore attinge per ordinare i suoi trade. E’ uno dei tanti criteri che vengono utilizzati per scegliere un br...
Trading con Fineco: come funziona e cosa offre Fare trading online, se si hanno alle spalle solide nozioni tecniche, significa guadagnare cifre anche interessanti. Chi vuole un punto di riferimento di qualità al proposito può scegliere di fare trading con Fineco, una delle prime banche che hanno permesso agli utenti di accedere a questo tipo di servizio. Trading Fineco: cosa si può fare Finec...
24Option Consob: prima di tutto l’affidabilità del broker 24Option Consob: uno dei migliori enti regolatori Le opzioni binarie sono un comune strumento di trading. Certo, il mercato non è esente dal pericolo truffa, ma è sufficiente scegliere il proprio broker con oculatezza. Un buon modo è verificare il possesso di una licenza. E’ una condizione necessaria ma non sufficiente, specie se l’ente regolatore ...
24Option opinioni 24Option: le opinioni ricorrenti Nel panorama dei broker di opzioni binarie, un’offerta ormai piuttosto satura, 24Option costituisce una delle soluzioni più gettonate. E’ sicuramente il broker più famoso e quindi non stupisce che il Web – o per meglio dire i trader sui forum dedicati – ne parli così tanto. Ma quali sono le opinioni più diffuse su ...
Broker 24Option, recensione dell’offerta 2017 Broker 24Option: la questione delle formazione Il panorama dei broker delle opzioni binarie è affollato. Purtroppo, è affollato anche da broker disonesti che, da soli, sono in grado di gettare delle ombre sull’intera categoria. Eppure evitarli e semplice, ed è altrettanto semplice riconoscere quelli onesti ed efficienti. Tra questi troviamo propri...