Plus500 Opinioni: Recensione, come funziona e tasse

Al giorno d’oggi migliaia di investitori, risparmiatori e semplici utenti del web sentono quotidianamente parlare di un’attività da svolgere on-line: il trading. Questo anglicismo in realtà non rappresenta altro che la compravendita di strumenti finanziari, realizzabile su varie piattaforme presenti in rete e che presentano opportunità e condizioni differenti. In questi ultimi anni si è particolarmente distinta, nel vasto universo dei broker forex, una realtà concreta: Plus 500.

Recensione Plus 500: Opinioni sulla piattaforma forex

Nel competitivo e amplio mondo del trading online, una piattaforma in grado di distinguersi dalle altre è stata quella di Plus 500. Nata dall’idea e dal lavoro di sei professionisti israeliani, dall’anno di fondazione (2008) ad oggi il broker è stato in grado di raccogliere migliaia e migliaia di consensi, dovuti alle enormi possibilità offerte dal proprio sistema, estremamente funzionante e funzionale all’attività svolta, e alla sicurezza garantita agli utenti.

La recensione di una simile piattaforma di trading non può non tenere presente una serie di aspetti chiave, alcuni dei quali emersi recentemente: l’essere perfettamente in regola con la legislazione nazionale (Consob) e con quella comunitaria (Cysec), rispettare le linee guida sulla tutela dell’investitore (Mifid); il perfetto assorbimento del fenomeno Brexit, che ha scongiurato i cattivi presagi di economisti e investitori e che ha visto addirittura il broker battere i precedenti record di iscrizioni e quote depositi giornaliere; i numeri impressionanti riguardanti gli strumenti finanziari offerti, ben oltre 2000; la competitività degli spread e la totale mancanza di commissioni. Queste impressionanti qualità sviluppate in poco meno di otto anni di vita ben si coniugano all’enormità di opinioni positive distribuite in giro per il web.

Plus500 Opinioni 2017

Plus 500 risulta essere uno dei migliori broker al mondo (se non il migliore), il rapporto recensioni positive/negative è straordinariamente alto. Ciò non può, d’altronde, che portare ad un’ovvia conclusione: fare trading richiede pazienza, capacità d’adattamento, capacità d’apprendimento e anche uno spiccato senso degli affari. Questi elementi, probabilmente, sono mancati a coloro i quali hanno descritto le proprie esperienze negative con Plus 500.

E’ impensabile approcciare a questo mondo senza avere una minima conoscenza di esso, sperando di ottenere dei lauti guadagni in poco tempo e alle prime esperienze: il TOL (abbreviativo di trading on-line) è un’attività a tutti gli effetti, con le proprie possibilità e i propri rischi. In’ultima analisi, il successo del broker israeliano e della nostra recensione è supportata da un altro fondamentale elemento non comune a tutte le piattaforme: la possibilità di aprire dei conto-demo. Questo punto verrà approfondito successivamente ma è innegabile che il sostegno ai neofiti del trading costituisce un punto a favore di Plus 500.

Come funziona Plus 500?

I motivi per entrare a far parte dell’universo dei trader e affidarsi alla piattaforma del broker in questione sono chiari, ora non ci resta che vedere il funzionamento di Plus 500. Le attività si basano, come già detto precedentemente, sulla compravendita di strumenti finanziari.

Questa generica affermazione trova spiegazione nell’offerta del sito: oltre 2000 strumenti finanziari presenti in portafoglio e posizione da leader nel mercato dei contratti differenziati (CFD). Questi ultimi non sono altro che dei derivati che seguono il valore di un asset finanziario. In parole semplici e fruibili, i CFD permettono di guadagnare dalle variazioni di prezzi che subiscono determinati strumenti senza che essi vengano acquistati fisicamente.

Qui giace la genialità dei contratti differenziati e l’enorme flessibilità che li hanno resi celebri nel mondo della finanza. Su questa attività di compra-vendita, Plus 500 non trattiene commissioni e il guadagno (o perdita) conseguito dal trader è al 100 % trasmesso al proprio saldo. Quali sono gli strumenti sottostanti su cui si basano i CFD ? Azioni, strumenti finanziari collegati all’oro (ETF, ETC) e Forex, titoli di stato e tanti altri.

Plus500 Demo: Opinioni e come funziona

Come diventare un utente di Plus 500 ? Il broker offre due diverse opportunità ai neo-iscritti: quella di aprire un conto vero e proprio, con deposito di denaro, e quella di aprire un conto-demo. Quest’ultimo permette a coloro che si trovano ai primi approcci col mondo del trading di dare uno sguardo alle attività proposte dal sito e al funzionamento dei mercati e degli strumenti finanziari offerti. Per chi volesse aprire un conto per iniziare a fare subito trading reale, Plus 500 pone una condizione essenziale: deposito minimo di € 100.

Dalla prima consegna di denaro e dalla somma impiegata dipende uno dei premi riservati ai neo-iscritti: il bonus di primo deposito. Plus 500 mette infatti a disposizione cifre che vanno da € 30 a € 7.000, a seconda di quanto l’utente ha depositato. Un altro bonus collegato all’iscrizione è quello denominato “di benvenuto”: € 25 ottenibili al raggiungimento di 100 punti trader. Una volta creato il proprio account, è possibile svolgere l’attività di trading dal sito del broker o tramite app ufficiali, scaricabili dai migliori store e installabili su tablet e smartphone.

Tasse Plus 500: Il regime vigente

Come accennato, Plus 500 non trattiene alcun costo di commissione per le attività di trading. Come per qualsiasi attività a scopo lucrativo, lo Stato interviene e indica le proprie norme circa il regime di tassazione ma il TOL è sottoposto a delle condizioni particolari: bisogna pagare le tasse solo e soltanto su eventuali guadagni e la percentuale è del 26 %.

Facendo un esempio pratico, chi apre un conto da € 100 e riesce a ottenere entro la fine dell’anno guadagni per € 400 (il che si traduce in un saldo di € 500, tenendo presente gli € 100 di deposito), deve pagare tasse per € 104. In che modo vanno pagate le tasse relative al trading ? Vanno inserite nel 730 o nel modello unico e, a tal proposito, ci si può rivolgere a un CAF.

E’ bene ricordare, tuttavia, che all’interno delle attestazioni di fine anno vanno inseriti solo e soltanto i guadagni conseguiti nell’anno solare (1 gennaio-31 dicembre). Vanno considerate solo le operazioni concluse, quindi eventuali investimenti in sospeso non fanno testo.

Programma di Affiliazione Plus 500: Come funziona?

Sei rimasto colpito dalle recensioni, dal funzionamento e dal favorevole regime di tassazione che coinvolge il mondo Plus 500 ? Il gigante israeliano del trading offre la possibilità di affiliarsi, tramite la pubblicizzazione sui propri siti web con banner, alla piattaforma.

L’offerta è accessibile ad aziende e privati e l’approvazione del sito proposto è riservata allo staff del broker, mentre i guadagni sono collegati alle iscrizioni provenienti dai banner pubblicitari. Fare trading non è mai stato più sicuro: Plus 500 offre garanzie reali e tutele concrete, non resta che misurare le proprie abilità in questo fantastico ambito !

Altre guide e consigli sul trading binario

Perché i broker hanno sede a Cipro? Cipro, il purgatorio fiscale dei broker I trader che si apprestano a scegliere il broker con cui investire, si trovano di fronte alla necessità di analizzarne la struttura, l’offerta, le credenziali. A pochi sfugge un particolare: la maggior parte è insediata a Cipro, un paese che certo non brilla per la sua situazione economica. Un paese che però...
I vantaggi dei broker regolamentati: quali sono e perché sceglierli Broker regolamenti Cysec, Consob e altri: le ragioni di una direttiva I vantaggi dei broker regolamentati: quale partner scegliere. Il panorama dei broker è molto eterogeneo, quindi che esistano le classiche mele marce è fisiologico. Il problema è che molto spesso la loro presenza viene strumentalizzata per calunniare l’intero mondo delle opzioni ...
Broker con investimento da un euro: convengono veramente? Broker opzioni binarie: la questione del trade minimo Broker con investimento da un euro: cosa sono e come funzionano. Sono molti i criteri che vengono utilizzati per scegliere i broker delle opzioni binarie. Tra questi spicca il trade minimo, che è l’investimento più basso sufficiente ad aprire una posizione. Da questo punto di vista, come molti ...
24Option opinioni 24Option: le opinioni ricorrenti Nel panorama dei broker di opzioni binarie, un’offerta ormai piuttosto satura, 24Option costituisce una delle soluzioni più gettonate. E’ sicuramente il broker più famoso e quindi non stupisce che il Web – o per meglio dire i trader sui forum dedicati – ne parli così tanto. Ma quali sono le opinioni più diffuse su ...
Broker Bdswiss Opzioni Binarie: opinioni e recensioni Vediamo quali sono i pareri che riguardano il Broker Bdswiss Opzioni Binarie e se questo merita di essere sfruttato oppure no per poter ottenere un profitto che risulta essere abbastanza buono e che soddisferà in maniera unica coloro che andranno ad adoperare il portale. Broker Bdswiss Opzioni Binarie: l'aspetto del portale Come prima cosa occorr...
Broker con deposito basso: la questione del deposito minimo Deposito minimo: cos’è Conviene scegliere un broker con deposito basso? Il deposito minimo è la cifra che il trader deve versare per poter creare un account presso un broker e iniziare a tradare. E’ il capitale di riserva, dal quale l’investitore attinge per ordinare i suoi trade. E’ uno dei tanti criteri che vengono utilizzati per scegliere un br...