Trading online migliori siti: ecco quali sono

Fare trading online oggi rappresenta una delle principali alternative per far fruttare strategicamente i risparmi. Chi si approccia a questo mondo deve partire dalle basi, il che significa informarsi su trading online migliori siti.

Trading Borsa Italiana: come scegliere il sito dove negoziare

I primi passi nel mondo del trading devono essere effettuati scegliendo il punto di riferimento per le negoziazioni. Consultando il web è possibile trovare informazioni su trading online migliori siti e, di conseguenza, trovare la piattaforma più adatta per investire.

La situazione cambia a seconda delle esigenze del singolo trader, motivo per cui è utile prendere in esame le caratteristiche del maggior numero possibile di piattaforme. Possiamo iniziare parlando di Plus500, una piattaforma che è legata a una delle società di broker più celebri del mondo, addirittura quotata in Borsa a Londra.

Questa piattaforma è certificata Consob – questo dettaglio tecnico è fondamentale per scegliere un portale sicuro – ed è caratterizzata dalla presenza di una promozione di 25€, forniti gratuitamente al trader che sceglie di negoziare su questo portale.

Fare trading: i siti da non perdere

Continuiamo a parlare di trading online migliori siti ricordando che esistono anche altre piattaforme oltre a Plus500. Tra gli altri nomi noti in questo ambito è possibile includere 24Option, una piattaforma dove è possibile effettuare opzioni binarie e che si distingue nel campo per via della presenza di interessanti apparati video didattici e per la possibilità di aprire un conto demo.

IqOption: ecco cosa sapere per iniziare con il forex

Muovere i primi passi nell’universo del trading e scegliere di muoversi nel forex vuol dire avere le idee più che chiare sul trading online migliori siti. Questo significa, per esempio, prendere in considerazione opzioni come IqOption.

Questa piattaforma, autorizzata dalla Consob, consente di fare forex partendo da un deposito minimo di 10€. Si tratta di uno degli investimenti iniziali più bassi del mercato, particolarità che rende il sito un punto di riferimento valido per chi si affaccia al trading e ha la necessità di tutelare il capitale da eventuali errori.

Markets.com: tutte le informazioni

Concludiamo questa breve guida dedicata a trading online migliori siti parlando di Markets.com, una piattaforma controllata dalla Financial Services Authority del Regno Unito e dalla Consob italiana. Per operare su questa piattaforma è necessario versare un deposito minimo pari a 100$.

Il sito di trading in questione si distingue sul mercato per la presenza di uno spread molto contenuto (pari a 2 pips) e per la possibilità, anche con il versamento minimo, di diversificare l’investimento. Gli utenti attivi su questo portale possono inoltre aprire un conto scegliendo tra le seguenti opzioni:

  • Conto classico (deposito minimo di 100€)
  • Conto standard (deposito minimo di 2.500€)
  • Conto premium (deposito minimo di 20.000€)

Altre guide e consigli sul trading binario

Trading con Fineco: come funziona e cosa offre Fare trading online, se si hanno alle spalle solide nozioni tecniche, significa guadagnare cifre anche interessanti. Chi vuole un punto di riferimento di qualità al proposito può scegliere di fare trading con Fineco, una delle prime banche che hanno permesso agli utenti di accedere a questo tipo di servizio. Trading Fineco: cosa si può fare Finec...
I broker non sono tutti uguali: quale scegliere e perché Broker opzioni binarie: le ragioni dell’eterogeneità I broker non sono tutti uguali: come selezionare il migliore. Il panorama dei broker è molto articolato, non solo in termini di offerta ma anche di costi e politiche di prezzo. Può capitare, infatti, che a fronte di un trade identico, realizzato con gli stessi asset, il guadagno potenziale sia m...
Plus500 Opinioni: Recensione, come funziona e tasse Al giorno d'oggi migliaia di investitori, risparmiatori e semplici utenti del web sentono quotidianamente parlare di un'attività da svolgere on-line: il trading. Questo anglicismo in realtà non rappresenta altro che la compravendita di strumenti finanziari, realizzabile su varie piattaforme presenti in rete e che presentano opportunità e condizioni...
I broker binari sono market maker: cosa vuol dire? Market maker o Ecn? Delle due l’una I broker delle opzioni binarie afferiscono tutti alla categoria dei market maker. È un termine all’apparenza ambiguo ma che rivela la natura dell’intermediazione. I broker binari sono market maker, questa è una verità. Ma cosa vuol dire esattamente? Quali sono le conseguenze per i trader? Anche perché le dinamic...
Broker con deposito da 50 euro: quali sono, convengono davvero? Deposito minimo: perché è importante Scegliere un broker, soprattutto se si è alle prime armi, non è semplice. Sono molti i fattori che vanno presi in considerazione. Tra questi spicca sicuramente il deposito minimo. La questione ruota attorno alla necessità di rivolgersi o meno a quei broker che offrono cifre molto basse. La verità è che non semp...
I vantaggi dei broker regolamentati: quali sono e perché sceglierli Broker regolamenti Cysec, Consob e altri: le ragioni di una direttiva I vantaggi dei broker regolamentati: quale partner scegliere. Il panorama dei broker è molto eterogeneo, quindi che esistano le classiche mele marce è fisiologico. Il problema è che molto spesso la loro presenza viene strumentalizzata per calunniare l’intero mondo delle opzioni ...