Opzioni call e put: come fare trading binario

Opzione call e put: definizione

Le opzioni binarie rappresentano una tipologia di trading apparentemente molto semplice. Dopotutto, le alternative con le quali l’investitore deve avere a che fare sono solo due: o l’evento si verifica (e quindi si guadagna) o l’evento non si verifica (e quindi si perde). Il concetto di “evento” è al centro di tutto il sistema delle opzioni binarie. L’investitore, infatti, non punta a ottenere un surplus acquistando una merce a un prezzo e vendendola a uno più alto, ma stabilisce un evento (secondo le condizioni e le norme che regolano questo tipo di trading) e guadagna proprio quando questo si verifica.

A seconda della tipologia di evento, avremo una tipologia di opzione binarie diversa. Quelle più famose sono le opzioni call e put. Chi investe in queste, punta sul fatto che il prezzo alla scadenza sarà salito (rispetto al prezzo registrato all’acquisto dell’opzione) o sarà sceso, sempre alla scadenza e sempre rispetto al prezzo iniziale.

Un elemento importante, in questa prospettiva, è la scadenza. Va scelta con cura, sempre secondo le disponibilità degli operatori di mercato – più spesso del broker. I prezzi degli asset, specie di alcuni in particolare, possono essere volatili quindi decidere il punto di arrivo assume una rilevanza strategica notevole.

Call e put: le dinamiche in gioco

Se il meccanismo che regola le opzioni binarie, e quindi anche le opzioni call e put, non è incentrato sul surplus, che relazione esiste tra l’investitore e l’asset? Non è una relazione di possesso. Il trader di opzioni binarie non possiede affatto l’asset, ma un titolo il cui valore dipende in modo anche indiretto dal valore dell’asset in questione, che quindi assume il nome di sottostante. In base a questa definizione, è palese: le opzioni binarie sono strumenti molto simili a quelli derivati.

C’è però un caso in cui l’investitore può entrare in possesso dell’asset. Una volta conclusa l’opzione binaria, e soprattutto conclusasi favorevolmente, il trader può acquistarlo. In questo processo interviene il cosiddetto prezzo di esercizio, che è la differenza tra il valore dell’asset e il valore dell’opzione binaria, compresa l’opzione call e put.

Quanto descritto fin a questo momento è sola una faccia della medaglia, e forse nemmeno quella. Il mondo del trading binario, nonostante l’apparenza (ricordiamo, i trade hanno solo due esiti possibili), è molto variegato. Ad esempio esistono molte tipologie di opzioni binarie perché sono numerosi gli eventi sui quali l’investitore può puntare. Esistono per esempio le opzioni binarie tocca/non tocca e le opzioni binario intervallo.

Senza contare il discorso dei sottostanti, che sono numerosi e ognuno con il proprio bagaglio di dinamiche e di elementi rilevanti dal punto di vista strategico.

Altre guide e consigli sul trading binario

Broker e market maker: differenze e vantaggi Differenza tra broker e market maker Cadere in confusione quando pariamo di broker e market maker è piuttosto facile, come in genere accade a tutti i neofiti che si muovo nell’ambito degli strumenti finanziari. Vediamo allora di fare chiarezza su queste due nozioni e le relative differenze. I broker appartengono a due categorie: ECN (Electronic Co...
Giocare in borsa: guida per iniziare a investire Investire in borsa: cosa c’è da sapere Giocare in borsa, e soprattutto vincere, è il sogno di molti. Se lavorare è faticoso, investire in borsa non lo è, o almeno questo è quello che il sentire comune vorrebbe farci credere. E si tratta in effetti di un mito da sfatare, quanto meno parzialmente. Giocare in borsa è del resto un’espressione inapprop...
Costruire un piano di trading binario Costruire un piano di trading per le opzioni binarie Chi opera nei mercati, e più specificatamente in quello delle opzioni binarie, sa quanto è importate utilizzare un valido piano di trading per ottenere buoni risultati nel lungo periodo. Oltre a motivare il soggetto (che ponendosi obiettivi sempre più impegnativi sarà maggiormente portato a prend...
Trading quando vendere: consigli per asset e valute Trading consigli per chi commercia in asset Trading quando vendere: come guadagnare. La legge della domanda e dell’offerta regola le dinamiche di prezzo e quindi suggerisce i momenti in cui è bene comprare e i momenti in cui è bene vendere. Ad ogni modo, a prescindere dall’asset che viene commerciato, si verificano eventi che orientano in modo evi...
Trading online: il vocabolario giusto di un perfetto trader Intraprendere l’attività di trading online richiede una certa conoscenza del mercato finanziario. Questo strumento consente, infatti, tramite internet di interagire da casa o da lavoro con il mondo della borsa ed investire il proprio capitale ai fini di un guadagno. È opportuno, prima di entrare a far parte di questa realtà, avere cognizione del s...
Come fare trading da casa? Come fare trading da casa, i requisiti per partire Il trading online permette di eseguire la compravendita di titoli impiegando solo un computer e un accesso al Web. Sono i requisiti tecnici minimi per essere operativi, anche se ovviamente non rappresentano condizione sufficiente per trasformare quest’attività in una ragione di profitto. Permetton...