Trading intraday: pro e contro

Trading intraday o multiday: differenze

Trading intraday: cos’è? L’investitore in erba è costretto ad affrontare quasi subito uno dei dilemmi che da sempre riguarda i trader: quale orizzonte temporale usare? È meglio tradare a breve o a lungo periodo?

Una risposta in verità non esiste, anche perché l’approccio varia da trader a trader e si plasma sulla base della sua personalità e dalla sua attitudini, sia in qualità di investitore che di individuo. Ad ogni modo, è evidente, oltre che oggettivo, che il trading intraday abbia dei pregi e dei difetti che prescindono dalle caratteristiche del trader.

Per comprenderli, è necessario conoscere la differenza tra trading intraday e trading multiday. La differenza principale riguarda, appunto, l’orizzonte temporale. I primi ne hanno uno a breve termine, che non va oltre la chiusura giornaliera. Il secondo è per ovvie ragioni variabile, ma sconfina come minimo al giorno seguente alla data dell’eseguito.

Il problema principale relativo al multiday consiste, molto banalmente, nell’inevitabile formazione dei gap per le posizioni aperte da un giorno all’altro, che in gergo sono note con il nome di Overnight. Capita frequentemente, infatti, che il prezzo di apertura sia diverso da quello di chiusura, con evidenti ricadute dal punto di vista concreto e analitico.

Trading intraday forex: è sempre la scelta migliore?

La risposta in questo caso è scontata. No, il trading intraday non è sempre la scelte migliore. I vantaggi derivanti da questo approccio sono in grado di sposarsi molto bene con un certo stile di trading, ma gli svantaggi causano parecchie difficoltà a qualsiasi tipo di investitore, a prescindere dall’esperienza e dalle capacità personali.

La questione principale ruota attorno al concetto di “scalping”, che è un metodo di investimento che predilige numerosi guadagni nell’arco di una giornata, seppur di lieve entità.

È un’attività frenetica, che riserva un tempo molto ristretto per le decisioni. Per essere padroneggiata al meglio, dunque, non è necessario possedere una certa rapidità di esecuzione ma anche una mente fredda, in grado di resistere ai momenti di stress intenso.

Di contro, il trading intraday può essere considerato l’apoteosi del “carpe diem”, l’approccio attraverso il quale è possibile cogliere alcune opportunità precluse al multiday.

Dal momento che, nel caso dell’orizzonte temporale a lungo termine, si considerano solo i grandi movimenti di prezzo, non possono essere sfruttate le oscillazioni minime, ma che nell’arco di una giornata di verificano spesso.

Non solo, è proprio grazie al trading intraday che è possibile cogliere, e utilizzare a proprio vantaggio, l’effetto rimbalzo. Ovviamente, occorrono tempismo, una certa dose di sangue freddo, capacità decisionali non indifferenti e, perché no, anche l’intuito.

Altre guide e consigli sul trading binario

Consiglio Trading: l’uso e l’importanza della psicologia Come fare trading: una questione di testa I consigli da dare a chi da poco ha iniziato a fare trading sono numerosi. Forse è il caso soffermarsi su uno che è spesso ignorato, anche perché apparentemente di tecnico – e quindi complicato per definizione – non ha nulla. E’ un consiglio che ha a che fare con l’universo psicologico dei trader, ma che ri...
Come iniziare a fare trading online? Le origini del trading online Il Nuovo Regolamento CONSOB di attivazione del Testo Unico dei Mercati Finanziari, ha dato la possibilità praticamente a chiunque, di investire il proprio denaro in Borsa comodamente dalla propria abitazione. In altre parole chiunque, in tutta facilità dal divano di casa propria può fare soldi utilizzando un computer,...
Effetto leva finanziaria: pro e contro Effetto leva finanziaria: cos’è e come funziona Il concetto di effetto leva finanziaria ricorre in economia aziendale ma è protagonista – con meccaniche leggermente diverse – soprattutto nel trading. E’ uno dei principali strumenti che i trader utilizzano per aumentare i propri profitti anche in situazioni non ottimali di liquidità. La leva finanz...
Indicatore Alligator: come interpretare i segnali del mercato Alligator: l’indicatore a forma di coccodrillo Il panorama degli indicatori di analisi tecnica è vasto. Alcuni sono di difficile utilizzo, altri risultano più accessibili. La palma d’oro per l’indicatore più “strano”, però, va ad Alligator. Le stranezze sono due, una riguarda l’estetica, l’altra il meccanismo che ne determina il funzionamento. Dal ...
Costruire un piano di trading binario Costruire un piano di trading per le opzioni binarie Chi opera nei mercati, e più specificatamente in quello delle opzioni binarie, sa quanto è importate utilizzare un valido piano di trading per ottenere buoni risultati nel lungo periodo. Oltre a motivare il soggetto (che ponendosi obiettivi sempre più impegnativi sarà maggiormente portato a prend...
Trading in borsa: opportunità e limiti per l’investitore Trading in borsa guadagnare è facile come sembra? Trading in borsa: cos’è e come funziona. Investire è di per sé un’attività difficile, a prescindere dall’asset a cui si fa riferimento. Ciò è vero tanto dal punto di vista tecnico che dal punto di vista emotivo. In gioco c’è un capitale magari ricavato con un’attività lavorativa, quindi la tensione...